HOME
Chi siamo
Le nostre sedi
Ispirazione cristiana e proposta formativa
Catalogo del' Offerta Formativa
 

Ricerca Corsi per Tipologia:  
Per le aziende Per gli allievi

 

Corso di formazione ed aggiornamento degli Addetti e Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione di cui al Decreto legislativo del 23 giugno 2003, n. 195

MODULO B Macro Settore Ateco n. 4


Obiettivi

• Fornire conoscenze tecniche e gestionali specifiche relative ai fattori di rischio e delle conseguenti misure di prevenzione e pretezione propri del comparto delle industrie alimentari, tessili, abbigliamento, legno, carta, metallurgia, meccanica, autoveicoli, mobili, stampa, elettronica, energia eletrica.gas-acqua, smaltimento rifiuti

• Fornire capacità tecniche e gestionali specifiche di analisi per l'individuazione, quantificazione e valutazione dei rischi propri dell'ambiente di lavoro del comparto delle industrie alimentari, tessili, abbigliamento, legno, carta, metallurgia, meccanica, autoveicoli, mobili, stampa, elettronica, energia eletrica.gas-acqua, smaltimento rifiuti

• Fornire conoscenze e capacità tecniche e gestionali specifiche per l'individuazione di adeguate soluzioni tecniche, organizzative e procedurali di sicurezza per le tipologie di rischio proprie degli ambienti di lavoro e del ciclo produttivo del comparto delle industrie alimentari, tessili, abbigliamento, legno, carta, metallurgia, meccanica, autoveicoli, mobili, stampa, elettronica, energia eletrica.gas-acqua, smaltimento rifiuti

• Fornire conoscenze e capacità tecniche e gestionali specifiche per l'individuazione, la scelta e l'uso di DPI idonei alle tipologie di rischio, non risolvibili con la sola protezione collettiva, proprie degli ambienti di lavoro e del ciclo produttivo del comparto delle industrie alimentari, tessili, abbigliamento, legno, carta, metallurgia, meccanica, autoveicoli, mobili, stampa, elettronica, energia eletrica.gas-acqua, smaltimento rifiuti

• Fornire conoscenze tecniche e gestionali specialistiche per l'individuazione dei fattori di rischio propri degli ambienti di lavoro del ciclo produttivo del comparto delle industrie alimentari, tessili, abbigliamento, legno, carta, metallurgia, meccanica, autoveicoli, mobili, stampa, elettronica, energia eletrica.gas-acqua, smaltimento rifiuti per i quali è prevista la Sorveglianza Sanitaria

Macrosettore

Classificazione

Settore ATECO

Contenuti del corso

Durata del corso


4


Industrie Alimentari ecc.

Tessili, Abbigliamento

Conciarie, Cuoio

Legno

Carta, editoria, stampa

Minerali non metalliferi

Produzione e Lavorazione metalli

Fabbricazione macchine, apparecchi meccanici

Fabbricaz. macchine app. elettrici,
elettronici

Autoveicoli

Mobili

Produzione e distribuzione di energia elettrica, gas, acqua

Smaltimento rifiuti


DA

 

DB

DC


DD


DE


DI

 

DJ

 

DK





DL



DM


DN

E





O


•  Rischi legati alla presenza di cancerogeni o mutageni

•  Rischi chimici

•  Gas/vapori/fumi

•  Polveri/fumi /nebbie

•  Liquidi

•  Etichettatura e schede di sicurezza

•  Rischi da agenti biologici

•  rischio incendio ed esplosione

•  rischio formazione atmosfere esplosive

•  Rischi fisici

•  Rumore

•  Vibrazione

•  utilizzo dei videoterminali

•  Microclima e illuminazione

•  Radiazioni ionizzanti, radiazioni non ionizzanti)

•  Rischi legati alla organizzazione del lavoro - Ambienti di lavoro

Movimentazione manuale dei carichi

•  posture incongrue

•  manipolazione manuale oggetti

•  Lavoro dei giovani, lavoro notturno lavoro in solitudine e lavori notturni

•  Movimentazione merci: apparecchi di sollevamento

•  mezzi di trasporto

•  Rischio infortuni

•  Rischio elettrico

•  Rischio meccanico: Macchine, Attrezzature; Apparecchi a pressione

•  Cadute dall'alto, scavi, seppellimenti, schiacciamenti

•  Gestione delle emergenze: emergenza incendio, emergenza sanitaria, altre emergenze,evacuazione

•  Rischio esplosioni (Atmosfere Esplosive)

•  Sicurezza antincendio (prevenzione incendi decreto ministeriale 10 marzo 1998)

•  Dispositivi protezione individuale DPI (criteri di scelta, le norme tecniche di riferimento, caratteristiche, modalità di somminustrazione, controllo, sostituzione)

VERIFICHE DI VALUTAZIONE

Le valutazioni consistono in verifiche obbligatorie, intermedie e finali:

Verifiche intermedie da effettuarsi durante lo svolgimento del modulo stesso, dovranno essere nella forma di test o soluzioni di casi

Verifica finale dell'apprendimento:

1) simulazione obbligatoria, finalizzata a misurare le competenze tecnico-professionali in situazione lavorativa;

2) test scritto o colloquio finalizzato a verificare le competenze cognitive relative alla normativa vigente


48 ore

+ 4 ore di verifiche

S E G U E >>>    

 

       

Termini di utilizzo                                                    Privacy

I.E. 5.5 NN 7.0 800x600 Copyright © D@da - C.I.F.I.R.